Warning: Parameter 2 to SyndicationDataQueries::posts_search() expected to be a reference, value given in /homepages/36/d670866145/htdocs/clickandbuilds/IridiumDefence/wp-includes/class-wp-hook.php on line 298

Warning: Parameter 2 to SyndicationDataQueries::posts_where() expected to be a reference, value given in /homepages/36/d670866145/htdocs/clickandbuilds/IridiumDefence/wp-includes/class-wp-hook.php on line 298

Warning: Parameter 2 to SyndicationDataQueries::posts_fields() expected to be a reference, value given in /homepages/36/d670866145/htdocs/clickandbuilds/IridiumDefence/wp-includes/class-wp-hook.php on line 298

Warning: Parameter 2 to SyndicationDataQueries::posts_request() expected to be a reference, value given in /homepages/36/d670866145/htdocs/clickandbuilds/IridiumDefence/wp-includes/class-wp-hook.php on line 298
guerra economica – IDS SYSTEMS

Blog

Our Latest Blog Posts
14
Feb

Perché Soros ha attaccato Facebook e Google a Davos?

L’investitore ungherese a Davos, in occasione del World Economic Forum, ha sferrato un duro attacco ai giganti del tech. Il fatto che un manipolatore come George Soros che è bene ricordarlo – ha sempre interferito con la politica interna delle nazioni in cui opera – si preoccupi delle opportunità che sta offrendo la rete e del funzionamento dei social network potrebbe essere un’implicita ammissione di colpevolezza mossa dalla preoccupazione che…

Read more →
08
Feb

Schiaffo all`Eliseo “no alle liste transnazionali”

Un paio di schiaffi al progetto di Macron per le Europee 2019, fallisce così la scalata francese finalizzata a disintegrare un processo che non avvantaggia il giovane presidente sbucato dal cilindro e che quindi non ha avuto ancora il tempo di affiliarsi a nessuna famiglia politica, gli restano tuttavia due anni per trovare qualche escamotage. (link come nasce il fenomeno Macron) Questo episodio è emblematico della strategia francese che ha…

Read more →
07
Feb

Come i francesi vogliono spartirsi l’Italia facendo ricorso alla guerra economica e cognitiva

La riflessione strategica francese, in materia di intelligence economica, nasce con il Rapporto Martre nel febbraio del 1994 grazie ai contributi di Christian Harbulot e Philippe Baumard. Secondo il Rapporto, l’intelligence economica può essere definita come l’insieme delle attività coordinate di ricerca, trattamento e distribuzione dell’informazione utile agli attori economici in vista del suo sfruttamento. L’informazione utile è quella di cui hanno bisogno i differenti livelli di decisione dell’impresa o…

Read more →
06
Feb

Bibi “caccia” Soros da Israele

Forse è arrivato il momento per la sinistra italiana di revisionare le teorie sull’immigrazione di massa e di scollegarle dal fenomeno delle discriminazioni etniche che poco hanno a che vedere con i piani orditi da soggetti internazionali che mirano a destabilizzare determinate nazioni per trarre benefici economici e d’investimento. Distruggere per ricreare, il motto al quale si sono ispirati i Clinton ed Obama per le varie guerre insensate che hanno…

Read more →
05
Feb

Dal potere economico al potere politico: il lato oscuro del soft-power cinese che passa per i porti europei

Le istituzioni europee ideologicamente inquadrate in una missione di globalizzazione senza regole hanno sempre favorito l’avanzata cinese, pur essendosi mostrata tale strategia estremamente dannosa per il tessuto economico-produttivo di tutti gli stati comunitari, fatta eccezione per la Germania. La bilancia dei pagamenti pende a favore dei cinesi. Continuiamo ad importare molto più di quanto si riesca ed esportare, in compenso la nostra capacità produttiva è stata drasticamente falciata a causa…

Read more →
05
Feb

I DEBITI DELLE FAMIGLIE ITALIANE. E QUELLI DELLE ALTRE

“Ripetete in coro: avete vissuto al di sopra delle Vs possibilità,avete vissuto al di sopra delle Vs possibilità #avanti #riforme #austerità #tasse #Equita Cesare Maria Ortis (MB: per questo Merkel e Macron, tramite BCE, puntano a portar via i risparmi degli italiani: ne abbiamo “troppi” in banca, pagateci i debiti pubblici) L’articolo I DEBITI… via I DEBITI DELLE FAMIGLIE ITALIANE. E QUELLI DELLE ALTRE — Blondet & Friends

Read more →
30
Gen

Gli 11 soldati maliani uccisi che imbarazzano Macron

Gli 11 soldati maliani uccisi che imbarazzano Macron: ostaggi per Bamako, disertori per Parigi. Le famiglie: <<Diteci la verità>> Un 1 mese fa c’era la torta tricolore le con le candeline. La Marsigliese. Il cuoco dell’Eliseo, arrivato apposta a preparare il Joie gras. Ed Emmanuel Macron, naturalmente: atterrato fra i soldati francesi in Niger a festeggiare il suo quarantesimo compleanno. Quanti sorrisi, nella base dell’OperazioneBarkhane, da dove decollano gli aerei…

Read more →
11
Gen

L’Australia lancia l’allarame agli USA: impronte Cinesi ovunque. Il pericolo corrente per le elezioni in Italia.

Le impronte cinesi sono ovunque Un passaggio poco noto nella strategia di sicurezza nazionale dell’amministrazione Trump, pubblicato lo scorso mese, prevedeva una nuova spinta per combattere le operazioni di influenza cinesi che interessano università americane, gruppi di riflessione, studi cinematografici e organizzazioni di notizie. Le indagini del Congresso e dell’FBI sull’ingerenza russa nella campagna presidenziale del 2016 non saranno influenzate dall’ulteriore focus sulla Cina, dicono i funzionari. Invece, l’obiettivo è…

Read more →
09
Gen

Time for Germany to Learn to Lead

Gli Stati Uniti hanno scaricato la Germania. La bassa capacità di resilienza di Angela Merkel hanno portato ad una rottura nelle relazioni che si sono inevitabilmente ripercosse nella formazione del nuovo governo. I rapporti sottobanco con la Cina ed i paesi islamici hanno segnato la chiusura dell’ombrello a stelle e strisce sulla Germania Unita. Dalla caduta del muro di Berlino la Germania era stata prescelta e prediletta per “gestire” i…

Read more →
08
Gen

Perché Repubblica Ceca e Regno Unito non hanno aderito al Fiscal Compact?

In vista delle prossime elezioni, molti critici dell’euro e più in generale delle politiche economiche in Europa hanno sostenuto di nuovo la necessità per l’Italia di uscire dal cosiddetto “Fiscal Compact”, cioè il Trattato sulla stabilità, sul coordinamento e sulla governance dell’Unione Europea firmato da 25 paesi il 2 marzo 2012. Il Fiscal Compact è stato un tema ricorrente del dibattito politico negli ultimi anni e probabilmente lo sarà ancora a…

Read more →
1 2 3 5